3 Agosto 2022
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO: ECCO COSA C’E’ DA SAPERE

Il Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro D.lgs. 81/2008, documento cardine relativo alla sicurezza nei luoghi di lavoro, pone in capo al titolare dell’Impresa Agricola una molteplicità di obblighi, volti a tutelare se stesso, i suoi collaboratori ,dipendenti o figure ad essi equiparati dal punto di vista normativo quali: dipendenti a tempo indeterminato, determinato, operai occasionali accessori, collaboratori e stagisti.

Ma cosa prescrive il D. Lgs. 81/2008?

Secondo quanto stabilito dagli articoli 17-18-29, il datore di lavoro è obbligato alla predisposizione del DVR-Documento di valutazione Rischi, all’interno del quale viene analizzata a 360° l’azienda, identificando oltre alle figure responsabili della sicurezza, i rischi presenti e le soluzioni più idonee, atte a eliminare o ridurre il rischi per la salute e sicurezza in azienda.

Ampio spazio è riservato ai corsi obbligatori per la sicurezza, che devono essere frequentati e soggetti ad aggiornamento periodico come il corso per RSPP per l’addetto al responsabile Sicurezza prevenzione e protezione (32 ore), il corso di Primo Soccorso(12 ore) e di Antincendio per aziende a rischio medio(8 ore), corsi assolutamente obbligatori ma soprattutto indispensabili per gestire in sicurezza eventuali emergenze che potrebbero verificarsi nel contesto lavorativo aziendale.

Altro obbligo primario per il datore di lavoro, una volta attuate tutte le misure necessarie emerse a seguito dell’analisi di valutazione dei rischi in azienda e predisponendo tutte le misure di protezione  sia dal punto di vista organizzativo che ambientale, fornire ai lavoratori  i dispositivi di protezione individuale o DPI, quali occhiali, scarpe antinfortunistiche specifiche per mansione e settore, guanti protettivi, otoprotettori, ecc… specifici per mansione, contestualizzati nella realtà lavorativa.

Di primaria importanza, ricopre la formazione obbligatoria per il lavoratore, il quale attraverso un corso di formazione per aziende a rischio medio(12 ore) viene formato e informato su procedure generali e specifiche relative alla mansione svolta, lavorando in azienda per più di 50 giornate lavorative in un anno.

Relativamente ai controlli medici, volti a tutelare il lavoratore, vige l’obbligo della visita medica pre-assuntiva per i dipendenti minorenni e una volta nominato il Medico competente (specializzato in medicina del Lavoro), è prevista la sorveglianza sanitaria per i lavoratori che svolgono la loro attività in presenza di lavoro e/o mansioni particolari.

Si ricorda inoltre che recentemente, il D.Lgs. 81/2008 è stato oggetto di alcune modifiche, tra cui:

- la sospensione dell’attività dell’impresa in caso di riscontro di mancanze in materia di salute e sicurezza . In particolare gli organi di vigilanza procederanno a sospendere l’attività in mancanza di redazione del DVR, mancata formazione e addestramento dei lavoratori; mancata nomina del RSPP  o assunzione dei relativi compiti in capo al DDL;

- il datore di lavoro è obbligato a nominare uno o più preposti per l’attività di vigilanza. La nomina del preposto deve essere documentata e provata  in caso di verifica ispettiva.

- la formazione del preposto  è obbligatoria: pertanto, oltre alla relativa nomina il preposto deve essere formato  secondo  quanto  sarà stabilito dal nuovo accordo  Stato Regioni che doveva essere adottato entro il 30 giugno 2022. L’assenza del nuovo accordo- che sarà relativo alla formazione specifica e adeguata  da garantire attraverso modalità interamente in presenza e periodicità biennale -non fa venire meno l’obbligo formativo che deve essere adempiuto comunque secondo quanto stabilito dall’Accordo n. 221 del 21 dicembre 2011.

-viene introdotta la nuova definizione di “addestramento” che sarà denominato “prova pratica” all’utilizzo di macchinari, impianti, attrezzature e/o dispositivi. Di tale prova andrà tenuta traccia in un registro aziendale;

- viene rafforzato l’obbligo di intervento per il preposto nei casi di comportamenti “non conformi” alla sicurezza. Lo stesso infatti, avrà l’obbligo di interrompere le attività produttive;

- l’accordo in Conferenza Stato Regioni per la formazione in materia di salute e sicurezza doveva essere rivisto e semplificato entro il 30 giugno 2022  che tuttavia non è stato  ancora adottato.

- viene introdotto l’obbligo di formazione e aggiornamento anche per i datori di lavoro . Il nuovo obbligo  sarà regolato dal  nuovo Accordo da adottarsi in sede di Conferenza Stato- Regioni  che doveva essere adottato entro il 30 giugno 2022.  L’Accordo costituisce elemento indispensabile per l’individuazione del nuovo obbligo . Sarà infatti l’accordo a determinare non soltanto la durata e le modalità della formazione ma anche i contenuti minimi della stessa.

- sarà previsto infine un inasprimento delle sanzioni in caso di mancata osservazione e applicazione delle norme.

Data la continua evoluzione del contesto normativo relativamente alla sicurezza, alla volontà da parte di tutte le figure coinvolte, attraverso un sistema di analisi continua e periodica dei processi in azienda, gli obblighi e doveri in capo al titolare di un’azienda assumono una dimensione rilevante e in costante evoluzione; per questo Impresa Verde TV-BL  Coldiretti ,con i suoi servizi, sostiene Titolare e Azienda Agricola verso un futuro sostenibile, giuridicamente tutelato, e soprattutto ”sicuro”.

 

 

Mattia Dosso

Si comunica che i nostri uffici, nel periodo estivo, rimarranno CHIUSI PER FERIE nei seguenti giorni:

dal 08/08/2022 al 19/08/2022 compresi.

Riapriranno con i consueti orari lunedì 22 agosto.

   

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning