30 Settembre 2019
IN ARRIVO TERRA TREVISANA, IL PERIODICO DI COLDIRETTI TREVISO

LE NOSTRE IDENTITA’ SONO IL NOSTRO FUTURO
L’acqua è un patrimonio dell’umanità e penso che non sia io il primo a dirlo e sostenerlo. Il tema è di grande attualità e lo diventa ancora di più per le nostre imprese agricole in vista del prossimo appuntamento elettorale per votare la nuova assemblea del Consorzio di Bonifica Piave il prossimo 15 dicembre. Sarà un atto quello del voto che ci vede tutti responsabilizzati per far sì che la bonifica abbia l’agricoltura come garante e controllare, gestore e moderatore tra le tante esigenze. Il Consorzio Piave tra l’altro porta con sé in dote numerosissimi progetti approvati e prossimi all’esecutività che genereranno un’altra positiva evoluzione per il nostro territorio “assetato” di nuove tecnologie e di una nuova cultura per l’utilizzo e la distribuzione idrica. Di ciò voglio fare i complimenti al presidente uscente Giuseppe Romano. I
 
NOSTRI GIOIELLI SONO I DIVERSI TERRITORI
L’acqua non è il solo fattore prezioso che abbiamo. Penso che l’identità sia un altro simbolo di cui l’Italia è piena e nello specifico la Marca trevigiana dove i nostri inimitabili territori raccontano una miriade di prodotti unici e straordinari. L’identità dei nostri territori è legata in modo indissolubile ai prodotti agricoli e da qui la presenza nella provincia di Treviso di numerosi prodotti certificati Igp, Dop, Doc e Docg, dal radicchio di Treviso e Variegato di Castelfranco Veneto alla Casatella Trevigiana, per non parlare di Asparagi di Badoere e Cimadolmo, Maroni di Combai e di Monfenera. La lista si allunga se consideriamo i prodotti tradizionali e quelli che alcuni lembi di terra trevigiana sanno esprimere oppure le grandi espressioni vitivinicole che in ogni angolo della Marca incantano e raccontano la storia di generazioni di famiglie dedite alla viticoltura.

LE SCELTE DI OGGI PER AVERE UN FUTURO DOMANI
Allacciandomi al tema dell’identità penso che Coldiretti tutta non posso che esprimere il proprio plauso e la propria soddisfazione all’ottenimento delle nostre colline di Conegliano e Valdobbiadene quali patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’Unesco. Certo il nome di un territorio diventa prezioso nella comunicazione al consumatore di quello che sa e può esprimere. A noi poi il compito di far sì che nei nostri territori si cresca in accoglienza e servizi per il turista, si tuteli la qualità espressa, si renda sempre più efficace la risposta ai bisogni e alle nuove esigenza dei consumatori. Per Coldiretti Treviso è certa la consapevolezza di dover compiere un percorso di valorizzazione e di supporto alle imprese agricole e più in generale al sistema agricolo della Marca con l’impegno di considerare l’importanza che i territori si esprimano e la stessa importanza che l’intero sistema agricolo nostrano cresca in armonia e in modo sostenibile. Nelle scelte dobbiamo considerare il presente, ma soprattutto l’effetto che svilupperanno nel futuro quando a gestire le nostre aziende saranno i nostri nipoti. Un esempio di lungimiranza ad esempio ce lo ha dato il Consorzio dell’asparago di Badoere Igp capace di mettere in discussione il proprio disciplinare per darsi nuove possibilità e occasioni come raccontiamo in un’altra pagina di Terra Trevisana.

Il Presidente di Coldiretti Treviso
Giorgio Polegato

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning

Elezioni consorzio di Bonifica

Elezioni consorzio di Bonifica