19 Febbraio 2024
Centinaia di agricoltori padovani alle assemblee di Coldiretti, il 26 febbraio di nuovo a Bruxelles

Sono centinaia gli agricoltori padovani che in questi giorni stanno partecipando agli incontri territoriali convocati da Coldiretti Padova per chiedere a gran voce interventi concreti per l'agricoltura italiana e rivendicare con forza "l'Orgoglio Coldiretti" per le battaglie di questi anni e gli importanti risultati ottenuti. Inoltre il 26 febbraio Coldiretti sarà di nuovo a Bruxelles per una grande manifestazione alla quale parteciperanno anche gli agricoltori della nostra provincia.

“Torneremo a manifestare a Bruxelles il 26 febbraio e tutte le volte che sarà necessario fino a quando non avremo ottenuto risposte esaustive rispetto ai bisogni che gli agricoltori italiani ed europei hanno”. Lo ha annunciato il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini nell’ambito della trasferta a Bruxelles dove ha incontrato tra gli altri la presidente dell’Europarlamento Roberta Metsola, il Commissario europeo all’Agricoltura Janusz Wojciechowski, oltre a numerosi eurodeputati. Durante gli incontri si è parlato di risorse comunitarie anche per quanto concerne i prossimi anni, di semplificazione, di emissioni in atmosfera, di norme sul packaging, ha sottolineato Prandini che ha parlato di lavoro “proficuo”.

Tra le richieste avanzate, la deroga agli aiuti di stato con un framework dedicato da usare anche per la moratoria sui debiti; una semplificazione immediata della Politica agricola comune da discutere al Consiglio dei ministri agricoli della Ue del 26 febbraio e da implementare il prima possibile con la sospensione di tutte le sanzioni connesse alla condizionalità per quest’anno di emergenza; l’incremento delle risorse per la Pac anche in prospettiva futura; il blocco del trilogo sulla direttiva packaging per valutare nuovo studio di impatto; la ridiscussione in parlamento della direttiva Ied sulle emissioni industriali in occasione del trilogo per il mantenimento dello status quo anche polli e suini; la semplificazione dell’etichetta per il vino tramite Qr code; la sospensione dell’accordo Mercosur; l’implementazione della declassazione dello status del lupo come specie protetta.

“Le misure promesse dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, per alleggerire gli oneri amministrativi sulle spalle degli agricoltori sono in linea con le richieste avanzate da Coldiretti alla stessa von der Leyen circa dieci giorni fa, a margine della protesta dei trattori davanti alla sede del Parlamento europeo” ha affermato Prandini nell’auspicare che “alle parole seguano i fatti”. Occorre intervenire sul principio di reciprocità negli scambi per fare in modo che tutti i prodotti che entrano in Europa rispettino le stesse norme ambientali, sanitari e sul lavoro applicate all’interno dei confini comunitari.

Gli incontri territoriali di Coldiretti Padova che si stanno svolgendo in provincia in questi giorni sono l'occasione per parlare dei risultati già ottenuti a livello nazionale ed europeo, come il ritiro del regolamento agrofarmaci che prevedeva il dimezzamento dei prodotti fitosanitari disponibili, ma anche e soprattutto per confrontarsi sui problemi che interessano le singole filiere e sulle prossime battaglie da combattere. In questo modo si punta a valutare a livello locale, regionale e nazionale le priorità e le ulteriori azioni da mettere in campo.

La Coldiretti ha predisposto un piano di misure per continuare a dare risposte, che il presidente Ettore Prandini ha presentato al Governo in un vertice a Palazzo Chigi con il premier Giorgia Meloni il sottosegretario alla presidenza Mantovano e i vicepremier Tajani e Salvini, e i ministri Lollobrigida, Giorgetti, Piantedosi, Fitto, Ciriani, Calderone.

“Noi siamo la principale organizzazione di rappresentanza in Italia e in Europa – ha sottolineato Prandini -e dobbiamo anche saper tramutare quelle che sono le proposte in progetti e in risposte, non ci possiamo limitare a evidenziare quelle che sono le proposte. Rispetto chiunque voglia fare una manifestazione, ma vorrei sottolineare che noi in quattro giorni abbiamo incontrato sul territorio più di 40mila imprese”.

 

 

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning

 

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning